Federico

Per anni sono stato convinto di essere “vincente”. Poi con l’aiuto della mia compagna ho accettato di mettere tutto nero su bianco: ho iniziato a prendere nota di ogni scommessa, di quanto spendevo, e dove, di ogni vincita (poche, meno di quello che mi sembrava…). Alla fine ho scoperto che metà della mia vita, delle mie energie, del mio tempo e dei miei pensieri era sprecato in un giro che non portava a niente, e che anzi, era come una piccola emorragia costante: non ho mai perso molto ma dalla stima che ho fatto controllando ogni mio movimento per due mesi, penso che negli anni ho buttato almeno 20mila euro in scommesse. Speravo di vincere, per fare qualche viaggio, ma se non avessi scommesso avrei potuto viaggiare sul serio!


Aiutaci a migliorare questa pagina

Non includere informazioni personali nella risposte.

L'articolo ti è stato utile?

Cosa stavi cercando?

Cosa è andato storto?