Piano formativo regionale

Piano Formativo Regionale

La Regione Lazio ha predisposto un importante piano formativo in materia di gioco d’azzardo e patologie correlate.

Con la Determinazione Dirigenziale G11104 del 14/08/2019 la Regione Lazio ha approvato il progetto formativo finalizzato alla formazione e all’aggiornamento degli operatori sanitari, dei servizi sociali e del terzo settore, che operano nell’ambito della prevenzione, cura e riabilitazione del gioco d’azzardo con l’individuazione quale  capofila del progetto, la ASL Roma 1.

E’ stato nominato un Comitato Tecnico Scientifico composto da:

dott. Onofrio Casciani – Asl Roma 1

dott.ssa Adele Di Stefano – Asl Roma 1

dott. Giuseppe Barletta – Asl Roma 4

dott.ssa Rosella Pacifico – Asl Rieti

dott.ssa Marina Zainni – Asl Frosinone

 

La formazione degli operatori costituisce uno strumento strategico per lo sviluppo professionale del personale regionale e per un’efficace politica di sviluppo delle risorse umane con l’obiettivo di potenziare le conoscenze del fenomeno patologico del gioco d’azzardo.

Il percorso formativo è finalizzato a garantire omogeneità sul territorio regionale e mettere a punto efficaci sinergie operative capaci di affrontare il fenomeno complesso e multidimensionale come quello della patologia da gioco d’azzardo.

La formazione si rivolge agli operatori sanitari, sociali e del terzo settore, secondo criteri scientifici e indicazioni univoche standardizzate.

Il programma andrà a consolidare le competenze già acquisite inserendosi in un contesto di riorganizzazione e cambiamento del personale nelle aziende sanitarie e che tale processo coinvolgerà non solo le problematiche legate al gioco d’azzardo, ma l’intero percorso di assistenza delle dipendenze.

Si svolgerà nell’arco temporale di 4 anni, dei quali i primi 2 anni saranno dedicati all’incremento delle competenze professionali e alla costruzione condivisa di strumenti di governo clinico (PDTA). In continuità con il primo biennio, è programmata un’ulteriore formazione dedicata al consolidamento delle competenze professionali, alla stabilizzazione dei saperi e alla supervisione sulla diagnosi e il trattamento.

Di particolare rilievo è la costruzione del percorso diagnostico terapeutico cioè l’individuazione ed il miglioramento dei percorsi di presa in carico e di trattamento, attraverso la definizione di un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA).

 

Le attività formative hanno avuto avvio ufficiale il 3 ottobre 2019 con una giornata di presentazione del programma che si è svota presso la sede della Regione Lazio di Via R.R. Garibaldi. Successivamente, il 24 febbraio, si è solto un evento sul tema “dipendenza da gioco d’azzardo: epidemiologia e analisi del fenomeno”, presso l’Ospedale S. Spirito in Sassia, a Roma.

La successiva conferenza prevista per il 30 e 31 marzo 2020, sui quadri clinici nell’ambito gambling con interventi di ospiti internazionali, è stata sospesa a causa dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da coronavirus.

 

Al fine di proseguire il programma formativo, si rende necessario l’utilizzo di forme alternative alla formazione in presenza, nel rispetto del DCPM del 14 luglio 2020 e delle disposizioni regionali.

La nuova programmazione, resa necessaria in considerazione delle misure di prevenzione di contrasto alla diffusione del Covid 19, avverrà con la realizzazione di eventi di formazione a distanza (FAD) o Webinar che a brave verranno resi noti agli operatori interessati.